česky | english | italiano | français | español

Dalibor Bzirský ha studiato l' Arte della Liuteria in Repubblica Ceca, in Italia e Svizzera. Dall'anno 1996 lavora a Praga e collabora con le piú significative orchestre, gruppi cameristici e solisti di tutto il mondo. Nella Repubblica Ceca i musicisti con i quali si confronta quotidianamente sono ad esempio la solista Gabriela Demeterová, concertisti della Česká filharmonie (Czech Philharmonic Orchestra), Symfonický orchestr českého rozhlasu (Czech Radio Symphoni Orcestra), Filharmonie Bohuslava Martinů Zlín (Bohuslav Martinu Philharmonic orchestra), e musicisti del Pražský komorní orchestr (Prague Chamber Orchestra), solo per citarne alcuni.
Dalibor Bzirský si reca regolarmente in Svizzera e soprattutto nella città di Roma, dove restaura per l' Atelier Claude Lebet strumenti ad arco dell' eccellenza Cremonese del settecento provenienti da collezioni private, come ad esempio il violino Antonio Stradivari – "Milanollo" 1728, o il violino Andrea Amati "il Portoghese" – Charles IX. 1567, o di solisti unici come Vadim Repin (violino G. Guarneri "del Gesù" – "Von Sherdahely" 1736), o Julian Rachlin (violino G. Guarneri "del Gesù" – "Ex Carrodus" 1741).
Ha collaborato notevolmente con l' Atelier Claude Lebet anche per l'ordine dell' Orchestra National Opera and Ballet di Tbilisi in Georgia, la quale aveva commissionato la costruzione della completa sezione ad arco, quindi 46 strumenti.
Dalibor Bzirský si dedica con passione anche ai giovani talenti musicisti.
"Un' ottimo strumento ad arco puó influenzare decisamente il rapporto delle giovani promesse verso la musica".

Dalibor Bzirský é il membro onorario del Gruppo degli Artisti Liutai a Praga e il presidente della Societá di Věnceslav Metelka o.s., la quale organizza i concorsi internazionali di liuteria in Repubblica Ceca. Lui stesso ha acquisito alcuni premi dei concorsi internazionali.

Dalibor Bzirský

© Dalibor Bzirský